Mittwoch, 23. April 2014


Captare la crisi economica come possibilità di innovazione!

CIS e INTHERMO indicano nuove vie a prefabbricatori di case ed artigiani

(lifePR) (Ober-Ramstadt, ) Lo storico svizzero Dott. Daniele Ganser portò il discorso sull'energia del 21° secolo ad un semplice concetto: "E' più umano e addirittura molto più economico coibentare tutti gli edifici d'Europa, che realizzare una pipeline per il petrolio attraverso il sud dell'Afghanistan e sorvegliarla costantemente." Ciò che lo specialista per la Politica Internazionale ha saputo dire sulla guerra globale per il petrolio, mise sotto un'altra luce la distribuzione di fonti energetiche fossili e la necessità di ridurre drasticamente il consumo energetico di edifici abitativi ed a uso industriale ed artigianale. Che vi sia bisogno del contributo di ogni singolo, questo è stato trasmesso al più tardi durante la relazione coinvolgente di Daniele Ganser ai partecipanti della Giornata dell'Innovazione nell'Edilizia in Legno di quest'anno. Già per la terza volta le aziende dell'Assia del Sud Caparol Industrial Solutions (CIS) e INTHERMO hanno invitato i loro clienti presso la propria Casa degli Artigiani; ben 100 partecipanti hanno seguito la chiamata a Ober-Ramstadt.

"Dobbiamo cercare insieme nuove vie verso il futuro. Dalla politica dobbiamo aspettarci momentaneamente poca collaborazione", così l'Amministratore Delegato di CIS Dr. Dietmar Chmielewski sulla situazione economica globale. Per questo motivo ogni architetto, conciateti, consulente energetico, pittore, intonacatore e carpentiere si deve concentrare sulle proprie capacità e forze, per offrire un'elevata qualità di progettazione e di esecuzione. "Le reti possono aiutare a coprire la schiena alle aziende", disse per richiamare gli ascoltatori verso nuovi concetti - una massima secondo la quale l'azienda con orientamento ecologico INTHERMO mediante il suo Sistema di Coibentazione Collaborante Termica agisce con successo. Il Dott. Chmielewski informò gli ascoltatori su nuovi mercati lucrativi: In Russia è prevista fino al 2020 la realizzazione di numerosi nuovi edifici. In questo modo verrà soddisfatta la crescente richiesta di abitazioni da parte della popolazione russa e reso attrattivo il paese per investitori esteri. Caparol Industrial Solutions è rappresentata in loco da una azienda partner che conosce al meglio la mentalità e gli usi della zona. "Contatti di grande fiducia sono indispensabili se l'intento deve essere di successo, per creare una filiale in territorio russo," così l'Amministratore Delegato di CIS, che si presentò come esperto per rapporti economici internazionali nell'ambito delle vernici, intonaci, isolanti e protettivi per edifici. Ai partecipanti il Dott. Chmielewski offri la possibilità di appoggiarsi con le loro aziende all'esperienza all'estero e la conoscenza dell'export del Gruppo Caparol: "Naturalmente abbiamo pagato non poco pegno a livello economico in tutti questi anni, ma possiamo farvelo risparmiare con un comune impegno nell'esportazione."

Concentrarsi sulle proprie forze

"L'attenzione della politica si concentra da anni - a parte le banche - sui settori dell'industria automobilistica, chimica e meccanica. In tutti e tre i settori si registrano drammatici cali di richiesta e di esportazione. Per sostenere in modo continuativo l'artigianato locale e l'edilizia in tutte le sue sfaccettature, mancano però apparentemente tutti gli strumenti adeguati, per quanto l'economia che gira intorno al legno nell'edilizia rientra oramai fra le branchie chiave in Germania ed in Europa", criticò il Dott. Dietmar Chmielewski. "Solamente insieme possiamo far fronte alla recessione mondiale. Dobbiamo ragionare in maniera creativa dove e come trovare e creare nuovi mercati", riassume l'Amministratore Delegato di CIS il suo intervento per una collaborazione costruttiva.

Iniziativa a rete "Maestri nel Risparmio Energetico"

In questo senso le collaborazioni in rete offrono ad architetti, artigiani dell'edilizia, consulenti energetici e costruttori di case prefabbricate nuove possibilità, per richiamare la conoscenza nella conoscenza del cliente e per unirli con idee realistiche, ottimizzazione dei prodotti ed offerte secondo le reali necessità. Le prime esperienze su questo terreno le presenta l'Ing. Henry Nocullak: il consulente per la vendita INTHERMO in Baviera presentò una cooperativa che agisce con i propri associati nell'ambito della ristrutturazione con pieno successo. Come meta di tutti gli associati vige l'elevata qualità nel seguire le norme di coibentazione concepite a stadi per riqualificare gli edifici trattati. "Avviarsi mano nella mano è un percorso che promette nuove esperienze e successo!", concluse Henry Nocullak. Chi desidera maggiori dettagli dell'iniziativa "Maestri nel Risparmio Energetico" può richiederle direttamente a INTHERMO.

Cambio dei paradigmi con conseguenze

Cosa cambia per le imprese edili quando cambiano pesantemente le condizioni economiche, viene illustrato dall'Ing. Guido Kuphal attraverso una approfondita presentazione della statistica dell'edilizia: da un lato è dimezzata la realizzazione di nuovi edifici in Germania da quando è stata abrogata l'indennità delle case di proprietà e dall'aumento dell'IVA. D'altro canto è ancora all'inizio il risanamento energetico degli edifici, che potrebbe compensare la perdita di fatturato. Diamo un occhio alle statistiche: In totale vi sono in Germania 37 MLN appartamenti (in case uni- e bi-famigliari e condomini). Circa 24 MLN appartamenti necessitano di una ristrutturazione energetica per adeguarsi alle vigenti necessità. Dei detti 24 MLN appartamenti da ristrutturare sono stati approcciati fino a marzo 2009 solamente 265.000 e portati a regola d'arte a livelli necessari. Il che vuol dire che circa l'1,1 % del potenziale di mercato è stato coperto! Esprimendo in un altro verso: il 98,9 % di tutti gli appartamenti da rimodernizzare sono disponibili per una riqualificazione a regola d'arte, come per esempio l'isolamento delle pareti esterne e dei tetti, l'isolamento delle cantine dentro la fredda umidità del terreno, la sostituzione di infissi, rinnovare sistemi di riscaldamento e l'installazione di sistemi domotici moderni, ecc. Se l'economia edile locale desidera regnare da padrone in tempi brevi, si necessita di concetti sviluppati e concepiti insieme. Si richiede un cammino comune di progettisti, produttori di materiale edile, rivenditori e artigiani. Alla fine si tratta di anche dell'importante tema sulla protezione del clima e riduzione delle emissioni di CO2, che rischia di non essere preso in adeguata considerazione dai media e dalle popolazioni a causa delle recessione economica. "Se si desidera ristrutturare in Germania fino a circa il 2020 all'anno 40 MLN di m2 di facciata, niente può evitare di fare combaciare gli interessi dell'ecologia con quelli dell'economia", tiene ad esortare i partecipanti l'Amministratore Delegato di INTHERMO.

Prodotti in fibra di legno crescono nelle quote di mercato

Un segnale positivo è che il fatturato di prodotti in fibra di legno sta crescendo nelle quote di mercato, in controtendenza alla situazione economica attuale: "Molto oltre la metà di tutte le case in legno uni- e bi-famigliari in Germania vengono coibentate in modo ecologico con fibra di legno", riporta Guido Kuphal come membro del direttivo dell'Unione Prodotti in Fibra di Legno (VHD e.V., Wuppertal; su Internet: www.holzfaser.org). Il fatto che la fibra di legno sia una scelta di prima qualità per coibentare edifici nuovi e vecchi in maniera efficiente ed a vantaggio del clima, è stato confermato dal Dott. Ing. Dr.-Ing. Tobias. In merito alla durabilità di Sistemi Coibentanti in fibra di legno il rapporto dell'Amministratore Delegato del VHD: "Si può partire con una durabilità, per SCCT in fibra di legno, di minimo 50 anni!" In più si aggiungano i molteplici vantaggi della fibra di legno per la committenza e per gli artigiani: se si tratta di protezione naturale verso il freddo invernale, il calore estivo, acustico e verso l'umidità, come anche per la creazione di un clima abitativo ideale, i prodotti in fibra di legno non vengono meno a nessun confronto." Così il Dott. Ing. Tobias Wiegand, sulla base di attuali test dell'Istituto Wilhelm-Klauditz per la ricerca sul legno di Braunschweig (www.wki.fraunhofer.de) e dell'Università Tecnica di Karlsruhe, ha potuto esprimere una incoraggiante prospettiva per l'impiego della fibra di legno nell'edilizia.

Strade attraverso la giungla dei contributi

Alla crescita nella scelta di prodotti e SCCT in fibra di legno contribuiscono anche le condizioni di contribuzione dell'Istituto per la Ricostruzione (KfW). L'Ing. Stefan Berbner mise alla luce, che il nuovo SCCT di INTHERMO con montaggio direttamente alla parete in muratura, corrisponde alle esigenze richieste per l'erogazione di finanziamenti a tassi agevolati elargiti dal KfW: " Con il SCCT di INTHERMO niente può più fermare la stagnante modernizzazione degli edifici in Germania", relazionò l'Ing. Berbner e rese gli ascoltatori partecipi dei nuovi programmi del gruppo bancario KfW.

Protezione del clima con l'edilizia sostenibile

Soprattutto nel campo della ricerca, sviluppo e concretizzazione di fonti energetiche alternative vi sono da trovare enormi potenziali di crescita, come la corsa ad impianti solari, moduli fotovoltaici, pompe geotermiche, stufe a pellet, impianti di aerazione e non in ultimo isolanti ecologici come fibra di legno, cellulosa e canapa. "INTHERMO svilupperà anche in futuro materiali coibentanti e SCCT adeguati ed ottimizzati al mercato, per realizzare prodotti qualitativi, pratici e durevoli dedicati al risparmio energetico nell'ambito dell'edilizia abitativa ed alla riqualificazione in Germania ed in Europa.", così l'Ing. Guido Kuphal per dare l'apporto di INTHERMO verso la protezione del clima per un edilizia sostenibile e coibentare a dovere. Mediante numerosi immagini di progetti realizzati su come si possa coibentare bene con legno e fibra di legno, l'Arch. Holger Zimmer di Wiesbaden (www.a-z-architekten.de) riuscì a rendere l'idea ai partecipanti. Zimmer indicò anche chiaramente perchè si dovrebbe utilizzare sempre più la fibra di legno nel costruire e ristrutturare: Secondo il suo avviso non si prende in considerazione il caldo estivo. Una qualità abitativa ottimale in estate è un punto che la fibra di legno riesce a raggiungere in modo esemplare! "Sono sempre felice quando posso applicare nel nostro sistema di pareti a telaio un intero SCCT in fibra di legno certificato", confessò Zimmer verso l'impiego di prodotti naturali in fibra di legno per la coibentazione in cantiere.

La versatilità del SCCT

INTHERMO mette a disposizione di architetti, artigiani, e rivenditori specializzati cinque SCCT per la costruzione di nuovi e per la riqualifica di vecchi edifici uni- e bi-famigliari: qui contiamo il SCCT INTHERMO per la prefabbricazione di case in legno con sistema delle pareti a telaio, il SCCT INTHERMO per il risanamento di edifici in muratura con listellatura in legno ed eventuale intercapedine di installazione, il SCCT INTHERMO per il montaggio diretto alla muratura, il SCCT INTHERMO per la coibentazione interna per case per esempio sotto la protezione delle Belle Arti ed il SCCT INTHERMO WDVS per case con pareti crosslam - una nuova coibentazione a "sandwich" che si basa sulla combinazione di due pannelli di densità differenti, sistema concepito sin dall'origine da INTHERMO. Come novità INTHERMO ha presentato un nuovo programma di prodotti per la ristrutturazione flessibile di case datate e realizzate con il sistema di parete a telaio. Fra questi un speciale vello composta da lana di pecora sgrassata che neutralizza in modo certificato sostanze su base aldeide ed altre chimiche. Il vello viene proposto sia con che senza una guaina freno vapore e può essere acquistato da architetti, rivenditori di materiali edili, rivenditori di legname, intonacatori, pittori e carpentieri attraverso la rete di vendita INTHERMO; tutti gli agenti sono reperibili, con numeri di telefono e fax nonché indirizzo e-mail sul sito web www.inthermo.de.

Ulteriori informazioni sul SCCT in fibra di legno per la realizzazione di nuovi edifici o per la ristrutturazione di vecchi sono disponibili presso INTHERMO GmbH, Roßdörfer Str. 50, 64372 Ober-Ramstadt, Tel.+49 (0) 61 54/71-16 69 , Fax +49 (0) 61 54 / 71-4 08, E-Mail info@inthermo.de, Web www.inthermo.de

Referente:Herr Achim Zielke, Comunicazione di impresa Tel: +49 (22 24) 96 80 21 Fax:+49 (22 24) 96 80 22
Diese Pressemitteilung posten:

Über die INTHERMO GmbH

Die INTHERMO GmbH wurde 2001 in Nordrhein-Westfalen als nicht-börsennotierte AG gegründet. 2006 verlegte der expandierende WDVS-Anbieter seinen Firmensitz an den heutigen Standort im südhessischen Ober-Ramstadt, um auf die Forschungs- und Entwicklungskapazitäten der Muttergesellschaft Deutsche Amphibolin-Werke (seit Juli 2013: DAW SE) unmittelbar zurückgreifen zu können. Seither gehört der mittelständische Bauzulieferer als 100%-ige Tochtergesellschaft zur DAW-Firmengruppe, die hochwertige Farben, Putze, Dämm- und Bautenschutzprodukte entwickelt, herstellt und unter den Markennamen Caparol, Alligator, Alpina, Alsecco, Disbon, INTHERMO, Krautol und vielen mehr mit beachtlichem Erfolg vertreibt. Im November 2011 feierte INTHERMO als Anbieter natürlicher Fassadendämmsysteme auf Holzfaserbasis 10-jähriges Bestehen. Geschäftsführer der INTHERMO GmbH sind Dipl.-Holzbauing. Guido Kuphal und Dipl.-Holzbauing. Stefan Berbner, beide geschäftsansässig Roßdörfer Str. 50, 64372 Ober-Ramstadt/Hessen.

Weitere Pressemitteilungen dieses Herausgebers

Disclaimer